Menu Principale




Confartigianato: “Bene stop europarlamento a 'semaforo' inglese, l’Italia si batte per qualità” PDF Stampa E-mail

 

 

CONFARTIGIANATO: “BENE STOP EUROPARLAMENTO
A 'SEMAFORO' INGLESE, L’ITALIA SI BATTE PER QUALITÀ”


Mantova, 13/04/2016. Confartigianato Mantova informa che l’Europarlamento, anche grazie all’impegno dei Parlamentari italiani, ha bocciato in questi giorni il sistema inglese dell’etichetta ‘a semaforo’ sugli alimenti e ha chiesto di rimettere in discussione il fondamento scientifico dei profili nutrizionali.

«Il Parlamento europeo ha accolto le sollecitazioni di Confartigianato. Non si può bloccare gli alimenti in base alle loro caratteristiche nutrizionali perché, classificarli soltanto in base al loro contenuto di sale, zucchero e grassi – dichiara Lorenzo Capelli, presidente di Confartigianato Mantova – significa paradossalmente penalizzare molti cibi della dieta mediterranea e simbolo dell’eccellenza tradizionale artigianale italiana. In realtà, esistono solo diete più o meno equilibrate, sulla base di come gli alimenti vengono associati tra di loro secondo le abitudini e le tradizioni dei diversi Paesi. Senza considerare l’impatto economico provocato dalle soglie dei profili nutrizionali che rischiano di provocare gravi conseguenze sulla filiera agroalimentare italiana (formaggi, carni, dolci, e in generale prodotti tipici con marchio di qualità Dop, Igp, Stg) che, soltanto nell’artigianato mantovano, conta oltre 600 imprese. Si finisce così per giustificare – conclude Capelli – l’imposizione di tasse supplementari o altre forme di restrizione, come appunto l’etichettatura a semaforo contro la quale Confartigianato si batte da sempre».

 

Utiliziamo cookie propri e di terzi per offrire una migliore esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito, acconsenti all'utilizzo di cookie descritti nella nostra Cookies and Privacy policy Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito