Menu Principale




Ecobonus, il governo prosegue sulla strada che danneggia le imprese PDF Stampa E-mail

 

 

Ecobonus, il governo prosegue sulla strada che danneggia le imprese

 


Confartigianato Imprese Mantova denuncia che il governo prosegue sull’ecobonus senza ascoltare ragioni.
L'Agenzia delle Entrate, con un comunicato stampa, ha informato che gli operatori del settore casa interessati, potranno cedere ai propri fornitori, anche indiretti, il credito d'imposta maturato con l'operazione.

Lo sconto è pari alla detrazione spettante per gli interventi effettuati, in base alle spese sostenute entro il 31 dicembre del periodo d’imposta di riferimento.

L’importo della detrazione è calcolato tenendo conto delle spese complessivamente sostenute nel periodo d’imposta, comprensive dell’importo non corrisposto al fornitore per effetto dello sconto praticato.

L’artigiano fornitore, che ha praticato lo sconto recupera il relativo importo sotto forma di credito d'imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione tramite modello F24, a decorrere dal giorno 10 del mese successivo a quello in cui è stata effettuata la comunicazione dell’opzione per lo sconto, in 5 quote annuali di pari importo. In alternativa all’utilizzo in compensazione, il fornitore può cedere il credito d’imposta ai propri fornitori anche indiretti di beni e servizi, con esclusione della possibilità di ulteriori cessioni da parte di questi ultimi.

In ogni caso esclusa la cessione agli istituti di. È inaccettabile questo comportamento - afferma il presidente di Confartigianato Imprese Mantova, Lorenzo Capelli - perché le nostre imprese non possono accollarsi il bonus fiscale del proprio cliente, da recuperare in cinque annualità, proprio in un periodo in cui la liquidità è un problema per tutte le piccole e microimprese.

Noi continuiamo la nostra battaglia perché il governo cambi linea e ripristini la situazione precedente dove l’ecobonus era una partita che poneva il cliente come diretto beneficiario del bonus fiscale da recuperare con la dichiarazione dei redditi”.

 

Utiliziamo cookie propri e di terzi per offrire una migliore esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito, acconsenti all'utilizzo di cookie descritti nella nostra Cookies and Privacy policy Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito