Menu Principale




Ordinanza 522: Regione Lombardia modifica l'Ordinanza Regionale del 4 aprile PDF Stampa E-mail

 

 

Ordinanza 522: Regione Lombardia modifica l'Ordinanza Regionale del 4 aprile



Regione Lombardia ha integrato l'Ordinanza Regione 522 del 4 aprile, con la nuova Ordinanza Regionale 522 del 6 aprile.
La nuova Ordinanza Regionale è in vigore da oggi 7 aprile 2020.

Tra le principali novità:

  • I mercati coperti possono aprire a condizione che il Sindaco del comune di riferimento adotti e faccia osservare un piano per ogni specifico mercato che preveda quanto segue:
    a) presenza di un unico varco di accesso separato da quello di uscita;
    b) sorveglianza pubblica o, eventualmente privata, che verifichi il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e il rispetto del divieto di assembramento;

  • Possono rimanere in funzione i distributori automatici dei generi di monopolio e dei prodotti farmaceutici e parafarmaceutici, ovunque collocati.

  • Posso rimanere in funzione i distributori automatici presenti all’interno degli uffici, delle attività e dei servizi che in base ai provvedimenti statali possono continuare a restare in funzione, nel rispetto del distanziamento sociale.

  • È permesso il commercio al dettaglio di fiori e piante negli ipermercati e supermercati;

  • È consentita la consegna a domicilio per tutte le categorie merceologiche, anche se non comprese nell’allegato 1 del DPCM dell’11 marzo 2020; la consegna a domicilio deve avvenire nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto. Chi organizza le attività di consegna a domicilio deve evitare che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro;

  • È consentita la vendita via internet, corrispondenza, telefono, televisione e radio di tutte le categorie merceologiche, indicate nell’allegato 1 del DPCM dell’11 marzo 2020;
  • Le attività di cura e manutenzione del paesaggio (codice ATECO 81.3) sono consentite limitatamente alla cura e manutenzione di parchi, giardini e aree verdi finalizzate alla prevenzione di danni e alla messa in sicurezza delle stesse aree.


Resta salvo, per gli aspetti non diversamente disciplinati dalla presente Ordinanza, quanto previsto dalle misure adottate con i precedenti decreti.


 

Utiliziamo cookie propri e di terzi per offrire una migliore esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito, acconsenti all'utilizzo di cookie descritti nella nostra Cookies and Privacy policy Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito