Menu Principale




La campagna anti-abusivismo di Confartigianato sbarca sul territorio: prima tappa a Suzzara PDF Stampa E-mail

 

 

LA CAMPAGNA ANTI-ABUSIVISMO DI CONFARTIGIANATO
SBARCA SUL TERRITORIO: PRIMA TAPPA A SUZZARA


Mantova, 1 luglio 2015. La campagna informativa contro l’abusivismo nel settore dell’estetica targata Confartigianato Mantova sta per sbarcare sul territorio: prima tappa a Suzzara, dove il prossimo martedì 7 luglio l’Associazione presenterà a imprese e cittadinanza le proprie strategie per contrastare il lavoro in nero tra estetiste e parrucchiere.

Punto d’incontro sarà il gazebo Confartigianato che verrà allestito tra Piazza Castello e Piazza Garibaldi nella mattinata di martedì, in occasione del mercato settimanale. Lo staff di Confartigianato, guidato dal responsabile dell’Area Categorie Carlo Gandini, illustrerà gli ultimi dati provinciali sul tema dell’abusivismo nel settore benessere, soffermandosi in particolare sui rischi che gli utenti corrono affidandosi a operatori non qualificati.

«Da una recente indagine di Confartigianato, è emerso che resiste una fascia di clientela che, a dispetto delle raccomandazioni, sceglie a chi rivolgersi esclusivamente in base al costo della prestazione, a scapito della qualità del servizio – spiega Gandini - Risultato: da un lato cresce il fenomeno del “fai da te”, spesso rischioso soprattutto quando riguarda trattamenti che prevedono l’utilizzo di prodotti e/o apparecchiature ad uso professionale; dall’altro aumentano le attività abusive da parte di soggetti non professionalmente qualificati, che operano al di fuori della legalità con prezzi notevolmente al di sotto di quelli praticati nell’ambito del mercato regolare».

Per scoraggiare il ricorso a estetiste e parrucchiere irregolari, Confartigianato distribuirà un vademecum sul tema dell’abusivismo con una parte dedicata proprio ai rischi derivanti da pratiche estetiche improvvisate, da cicatrici, lesioni e traumi muscolari fino a Epatite C e Aids. «È facile lasciarsi attrarre da prestazioni a buon mercato – conclude Gandini - ma bisogna ricordare che la sicurezza viene al primo posto: per questo auspichiamo che le Amministrazioni comunali sostengano la nostra campagna e invitiamo i cittadini a non mettersi nelle mani sbagliate».


 

Utiliziamo cookie propri e di terzi per offrire una migliore esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito, acconsenti all'utilizzo di cookie descritti nella nostra Cookies and Privacy policy Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito